sabato 9 febbraio 2013

Continua il viaggio nella povertà / L'Italia a pezzi




Oggi ospito nuovamente Gloria ( Baba Yaga) che che con 
la sua competenza e la delicatezza che le è abituale ci aiuta a proseguire
il viaggio all'interno della povertà italiana e in particolare nella 
realtà delle Caritas.


"...continua il viaggio..."

Buona settimana a tutti. Voglio fare una riflessione relativa all'intossicazione quotidiana di pessime e preoccupanti notizie: ingaggio di Balotelli al Milan: 28 milioni di euro, compenso stagionale 4 milioni di euro, processo per stupro condanna a 8 anni, rapinatori in fuga uccidono una ragazza, tagli alla Sanità colpiranno i pazienti oncologici, previsti aumenti della Tares (nuova tassa sui rifiuti).  A fronte di questa escalation di brutte notizie non c'è da stupirsi se il malumore è il sentimento costante degli italiani. 
Io, forse ingenua ed idealista, continuo a credere che nel nostro piccolo qualcosa di buono possiamo fare per non lasciarci sotterrare dalle brutture; forse l'arma più potente, in questo momento storico, non è un atteggiamento rabbioso e polemico ma una sana  e consapevole testardaggine nel portare avanti i nostri valori, i nostri obiettivi, i nostri sogni. Quindi (così intanto vi informo sui progetti della nostra Associazione), dalla settimana prossima ci impegneremo per far nascere all'interno della Mensa un Ambulatorio Infermieristico per meglio monitorare i nostri Ospiti. Ci ingegneremo per l'acquisto di un apparecchio per la pressione arteriosa ed uno per il controllo della glicemia  e non ci scoraggeremo se incontreremo qualche intoppo (lo mettiamo sempre in conto). I nostri progetti si scontrano inevitabilmente con i problemi concreti ma "ci inventiamo" sempre" qualche soluzione.
 Entro un po' nei dettagli: gli Ospiti che accogliamo sono italiani, a volte ai margini della legalità, ed extracomunitari sempre in bilico con i permessi di soggiorno, più difficili da verificare. Noi per arginare il problema e non renderci complici inconsapevoli chiediamo a TUTTE le persone che arrivano da noi di regolarizzare la loro situazione semplicemente recandosi negli Uffici Comunali e presentando il Mod. ISEE ( reddito annuo). In questo modo "obblighiamo" le persone a denunciare la loro posizione (tutto questo avviene dopo una prima accoglienza della durata di 1 mese). Ho desiderato accennare le nostre modalità d'intervento per portare alla Vostra Conoscenza la complessità del "farsi carico"  spazzando via l'alone buonista da "pranzo di Natale" ad una Mensa per i Poveri. Io mi preparo ad un'altra settimana di brutte notizie e di ottimistica personale lotta contro la disperazione. Piccola piccola ma....fortemente convinta. (questa settimana rinuncio alla bibita di marca e compro il pepe; é finito pure quello).
E intanto approfitto dell'ospitalità di Antonella, entro nel suo blog: qui si respira un'aria leggera, si apprezzano i libri, i quadri, i nostri animali. Non perdiamo mai il gusto del bello, la curiosità culturale che nutre la nostra mente e il nostro cuore. Purtroppo c'è chi è costretto a mettere in un angolo tutto questo perchè è impegnato a non morire di fame e di freddo: l'impoverimento è anche questo. "



Aggiungo solo una piccola cosa, apprendiamo oggi di un nuovo suicidio
causato dalla mancanza di lavoro. L'uomo ha lasciato un biglietto all'interno della
Costituzione dove ha scritto:
" L'Italia è un repubblica fondata sul lavoro,
allora perchè lo Stato no mi aiuta a trovarlo un lavoro?
Perchè lo Stato non mi restituisce la mia dignità?
devo farlo io "











POST ALL'UNISONO PER ESPRIMERE LA NOSTRA INDIGNAZIONE!




Questo vuol essere un post che unisce la nostra indignazione per quanto accade in Italia!
"Prendiamo l'Arte e ...mettiamola da parte!" Sì per una volta facciamolo, facciamolo davvero ... e tutti quanti insieme diciamo ... anzi urliamo forte, forte, forte:  




"Bastaaaaaaaaaaa!"



Se anche Tu pubblichi o condividi... ricordati di inserire il tuo link nella'apposita pagina (dove puoi leggere anche un piccolo regolamento), cliccando nel link sottostante :

LINK BLOG ADERENTI : BASTAAAAA!


Nell'ambito di questa iniziativa ho pubblicato anche:








Con questo post, che vuole semplicemente
  essere una denuncia sociale e non un proclama politico,
 aderisco a:


CREIAMO LA CATENA DELL'INDIGNAZIONE


ASPETTIAMO TANTI ALTRI ANELLI...

AGGANCIA  IL TUO...


QUINDI SE VUOI ADERIRE FAI IL TUO POST E PUBBLICALO CON IL TITOLO DI 
ITALIA A PEZZI








28 commenti:

  1. Ogni famiglia ha problemi personali in questo periodo ed ammiro chi riesce ad occuparsi anche di quelli altrui. Sono come te, inguaribile idealista, anche se a volte mi scontro con la durezza della realtà. Ora non voglio pensarci, ti auguro un sereno fine settimana. Un abbraccio grande.
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Ciao Paola, purtroppo la persona con il cuore così grande non sono io ma una mia amica, volontaria Caritas, che periodicamente ospito qui da me per parlare della sua esperienza.
      In quanto al resto è vero oggi ogni famiglia a tanti problemi e soprattutto è oppressa da un senso di incertezza, che toglie un po' il fiato.
      Poi inguaribile idealista lo sono anch'io...anche, anche se adesso credere ancora negli ideali è davvero dura!
      Ciao, buona fine settimana, un grande abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  2. Ciao Antonella, un altro bel post da aggiungere alla catena... questo secondo me, è un post pieno di speranze, guardando il bicchiere sempre mezzo pieno, come dice la tua amica Gloria: “forse l'arma più potente, in questo momento storico, non è un atteggiamento rabbioso e polemico ma una sana  e consapevole testardaggine nel portare avanti i nostri valori, i nostri obiettivi, i nostri sogni”.
    Ci riempiono ogni giorno la testa di brutture, ma non parlano mai di cose belle, di persone che con la loro generosità portano avanti impegni gravosi per aiutare chi ha bisogno… ammiro queste persone, perchè sono loro, con il loro buon cuore a rendere questo mondo migliore. Grazie Gloria, e grazie alle belle persone come te.
    Un caro saluto a Gloria e a te cara Antonella, vi auguro un sereno fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Ciao Betty, naturalmente sono felice che tu abbia apprezzato questo post, ma sono ancora più felice che tu abbia scoperto che bella persona è Gloria.
      Ed è vero, bisogna lottare con il sorriso per portare avanti quello in cui crediamo.
      Ciao, un abbraccio e un sereno fine settimana.
      Antonella

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Fortunatamente ci sono persone che hanno un grande cuore come la tua amica Gloria, perchè fare solidarità comporta sacrificio, dedizione...
    In questo momento non è facile vivere in una realtà come la nostra, ma bisogna ognuno a proprio modo tener duro e non mollare!! Capisco il tuo sfogo, ma credimi siamo in tanti!
    Buon fine settimana, Stefania

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Sì, stiamo proprio vivendo un momento difficile, io posso ritenermi fortunata eppure mi lamento e invece bisognerebbe, come fa la mia amica Gloria, pensare a chi ha meno di noi e cercare di aiutare come si può...è difficile, ci vuole un cuore davvero grande e Gloria ce l'ha.
      Buon fine settimana anche a te.
      Antonella

      Elimina
  5. Non posso che trovarmi d'accordo su quanto scritto da Gloria, le notizie di ogni giorno oscurano sicuramente il nostro cuore e innescano un meccanismo di rabbia.
    Il mettersi all'opera e cercare di cambiare con il nostro piccolo contributo quello che non va è la risposta di buon senso e concreta.
    Ha detto bene Gloria..."ci ingegnamo" per ovviare alle piccole difficoltà, me ne sono accorta, anche nel mio impegno di volontariato...non ce la faccio a smettere di credere che il bello c'è...
    un abbraccio
    lella

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Ciao Lella, vedo che tu è Gloria la pensate allo stesso modo e avete trovato il modo più giusto per incanalare la rabbia e la frustrazione che di questi tempi ci tormenta, aiutate chi è meno fortunato e questa è una cosa che richiede amore e dedizione infiniti.
      Non dobbiamo mai smettere di credere che il bello c'è.
      Ciao, buone serata e buona domenica.
      Antonella

      Elimina
  6. Ciao Antonella,
    quante verità in questo post...complimenti alla tua ospite, ammiro il loro modo di operare, la forza di volontà, la voglia di andare avanti e di non abbattersi alla prima difficoltà...ci vorrebbe più gente come lei.
    Le parole lasciate da quell'uomo sono giustissime. Basta guardare le prossime elezioni, io non capisco perché nella mia città (è grande e siamo in tantissimi), i presidenti e gli scrutatori sono sempre le stesse persone, cha fatalità ogni anno il sistema riesce a beccare la stessa gente...questa è l'Italia, più marcia della mela di Biancaneve. Invece di dare la possibilità di guadagnare qualche soldino a disoccupati ecc...si danno soldi a amici, parenti e conoscenti...
    Buona serata un bacione

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Gloria è davvero una persona piena di altruismo e di voglia di dare una mano a chi ne ha bisogno. Spero davvero che presto riesca ad aprire il suo blog perchè credo che potrai conoscerla meglio e sono sicura che ti piacerà.

      Il biglietto d'addio di quell'uomo è straziante ma è anche un'accusa ben precisa
      che spero che pesi sui cuori ( ma li hanno? ) di tanta gentuccola.

      Per quanto riguarda i seggi elettorali, anche qui gli scrutatori sono sempre gli stessi...magia dei sorteggi!
      Per i presidenti di seggio il discorso è diverso in quanto vengono nominati direttamente dalla Corte d'Appello
      e in genere si cerca di mantenere lo stesso Presidente anche perchè è un ufficio delicato e richiede competenza. Per quanto riguarda i segretari di seggio sono nominati dal Presidente che sceglie tra i residenti non presenti nel seggio in qualità di scrutatori. In genere ogni Presidente tende a mantenere il suo Segretario.
      Anch'io tengo sempre lo stesso segretario anche se ha già un lavoro perchè preferisco avere qualcuno di cui mi fido e che sono sicura svolga seriamente il lavoro...purtroppo a volte gli scrutatori non sono proprio il meglio, c'è bisogno che almeno il segretario sia bravo.

      Scusa se mi sono dilungata ma so che è una cosa che spesso la gente si chiede, ma devo dire che in questo caso c'è una giustificazione.

      Ciao, buona serata e un bacione.
      Antonella

      Elimina
  7. Ciao Antonella, grazie per aver raccontato anche questa storia: chissà se i concorrenti alle elezioni si ricorderanno del popolo che soffre e che ha perso la dignità o se come sempre fingeranno di non vedere...
    Un abbraccio forte!

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Lo spero, Melinda cara, ma in realtà un po' ne dubito...ormai sappiamo come sono!
      La cosa peggiore è proprio la perdita della dignità...questa settimana Gloria, che è l'autrice dell'articolo, è venuta a trovarmi e non ti dico le cose che mi ha raccontato, per quanto abituata al volontariato alla Caritas aveva mal do stomaco dal dispiacere...ma ve lo racconterà lei la prossima settimana.
      Ciao, un grande abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  8. Questo è un viaggio molto amaro, il paese non progredisce e un paese senza lavoro diventa preso un paese senza dignità.
    I tempi delle proteste forti sono ormai finiti, il Governo ha chiara la situazione, bisogna vedere se con le nuove elezioni si smuoverà finalmente qualcosa.
    Un abbraccio zamposo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ne dubito,ho paura che le cose possano anche peggiorare.
      E' vero questo viaggio è amaro e ci porta dentro a una realtà che non avrei mai voluto vedere nel mio Paese.
      Un abbraccio zamposo anche a voi.
      Antonella

      Elimina
  9. Ciao Antonella ,
    è sempre più difficile non mollare e non cedere al pessimismo, ma il nostro atteggiamento rinunciatario sarebbe dannoso per tutti e renderebbe vani gli sforzi di quanti, come Gloria che saluto e con ammirazione, si battono sul campo:)
    Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marilena, hai ragione un atteggiamento rinunciatario da parte nostra rende vano il grande lavoro che Gloria e le persone come lei svolgono per aiutare chi ha bisogno. Però ,a volte, mi sento proprio delusa e stanca di vedere l'Italia che affonda.
      Ciao, buona serata e buona domenica.
      Antonella

      Elimina
  10. Cara Antonella ce ne sarebbero di testimonianze cosi, se ne leggono tutti i giorni sui giornali, su internet, si vedono nei vari tg e programmi...basta dire 'basta'?!
    Io come già ti dissi in un precedente post , sono stanca di parole vorrei i fatti....sono in una situazione familiare delicata e cosi assurda x i tagli ai comuni che potrei anche denunciare la cosa, ma alle mie lamentele agli organi competenti sai che mi rispondono sempre' che non hanno i soldi'.....nn posso entrare in argomento poichè molto personale e privato, ma ultimamente sono sempre + amareggiata.....

    RispondiElimina

  11. Ciao Fiore , ti sento che sei tanto amareggiata e anche senza conoscere l'argomento di cui parliamo mi rendo conto che stai soffrendo.
    Ho una sorella che lavora in Comune e ogni tanto mi parla dei grandi problemi che i tagli hanno creato...e a rimetterci è sempre chi ne ha realmente bisogno.
    Un forte abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
  12. babayaga-60@libero.it9 febbraio 2013 22:38

    Ho assolutamente bisogno di abbracciare virtualmente voi tutti. Ogni vostra parola mette energia a ciò che faccio. Sentire che siamo in tanti e che non siamo annientati ma forti dei nostri valori e che ancora sappiamo commuoverci, scandalizzarci, emozionarci è ogni volta una scoperta meravigliosa. Grazie davvero di cuore.

    Gloria

    RispondiElimina
  13. Grazie a te Gloria per le esperienze che ci racconti e nelle quali ci coinvolgi, se ti diamo energia ne sono contenta ma credo che sia molto più grande quello che tu dai a noi.
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
  14. la testimonianza di Gloria è come un bicchiere d'acqua fresca nel deserto ,che dà una spinta a pensare positivo anche quando l'amarezza e lo sconforto sembrano aver toccato il fondo.Angeli silenziosi come lei ce ne sono tanti,anche se non hanno copertine in giornali patinati. A LORO VA IL NOSTRO GRAZIE IN QUESTO PAESE ALLO SBARAGLIO
    ciao Antonella,ciao Gloria

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Gloria è davvero un bicchiere d'acqua fresca...io la conosco personalmente e stare con lei è davvero come respirare aria fresca.
      Sono davvero degli Angeli silenziosi, e invece quello che fanno dovrebbe essere reso noto a tutti
      perchè quasi tutto il peso dell'Italia che non ce la fa più è sulle spalle di questi volontari.
      Forse avremmo bisogno di meno giornali che parlano di gossip e più giornali che ci facciano conoscere queste meravigliose creature.
      Ciao, a presto.
      Antonella

      Elimina
  15. Queste sono piccole gocce di speranza che aiutano a credere che si può creare un'Italia migliore,

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Ciao Ambra, , hai ragione sono piccole gocce di speranza...fin che ci sono persone come loro si può ancora sperare in qualche cosa di buono.
      Ciao, buon pomeriggio.
      Antonella

      Elimina
  16. se posso ...ti faccio solo una piccola nota su questa frase

    ingaggio di Balotelli al Milan: 28 milioni di euro, compenso stagionale 4 milioni di euro,

    penso che ogni persona sia padrona dei propri soldi ....che ne possa fare ciò che vuole ...privatamente ....è quando usa quelli pubblici che allora mi arrabbio .....balotelli è solo l'ultimo della lista ...ma il suo proprietario ha la facoltà di sborsarli ....d'altronde sono suoi....ma questo discorso vale per tutti ....e per tutti i colori .....

    RispondiElimina

  17. Ciao, sulla frase incriminata sono un po' in difficoltà a risponderti perchè questo post non l'ho scritto io. Una volta alla settimana ospito qui una mia amica volontaria della Caritas che approfitta di questo spazio per raccontare la sua esperienza. Penso che lei volesse solo fare un elenco degli avvenimenti della settimana, tra cui Balotelli, in contrapposizione alla realtà che vive e a Italia a pezzi.

    Per quanto riguarda invece il mio pensiero anch'io non sono d'accordo a dare addosso a chi ha comprato Balotelli, ha usato soldi suoi e può farne quello che vuole, non ritengo nemmeno giusto disquisire se siano spesi bene o male. Sono suoi e ne fa quello che vuole, punto e basta.
    Come te mi fanno imbestialire molto di più i pochi euro (veramente da morti di fame!) che hanno rubato ai soldi pubblici per comperare la Nutella...quelli sì mi danno fastidio e tanto anche perchè quelli erano nostri.
    Ovvio che lo stesso discorso vale per tutti!
    Ciao, a presto.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Per tutti e per tutto e alla fine sono milioni di euro1

      Elimina

Piemontesità

Piemontesità
" ...ma i veri viaggiatori partono per partire, s'allontanano come palloni, al loro destino mai cercano di sfuggire, e, senza sapere perchè, sempre dicono: Andiamo!..." ( C.Boudelaire da " Il viaggio")