mercoledì 19 settembre 2012

Quel Papa diacono che mise a stecchetto i cardinali mangioni




Nel 1212 nacque a Piacenza Teobaldo Visconti, nobile di famiglia cadetta del più famoso ramo milanese. Il 1° settembre 1271 Teobaldo divenne Papa a sua totale insaputa, eletto da sei saggi nominati tra i Cardinali dopo quasi tre anni di Conclave, cioè dai primi di dicembre 1268 a seguito del decesso di Clemente IV.
Tutto questo avvenne, come avrete già intuito, a Viterbo dove successe di tutto, a cominciare dallo scoperchiamento del tetto del palazzo papale da parte del locale podestà. Corrado di Alviano, e del Capitano del Popolo, Raniero Gatti, dopo che i due erano stati scomunicati per aver osato criticare i Cardinali che se la prendevano comoda.






Durante questo tempo, a nulla erano valsi gli appelli dei diversi regnanti giunti sul posto, di personalità ecclesiastiche importanti come Bonaventura da Bagnoregio e Tommaso d'Aquino e della popolazione esasperata.
Teobaldo non era Cardinale, non era Vescovo, non era Monsignore e nemmeno Sacerdote. Era in laico o, se volete accostarlo un po' di più alla Chiesa, era un Diacono.






In quel momento del 1271 si trovava oltretutto in Medio Oriente con il suo caro amico il Principe di Galles, futuro re d'Inghilterra.
Quando gli ambasciatori gli portarono la notizia (27 ottobre ), Teobaldo trasalì, poi, resosi conto facilmente che non era una scherzo, iniziò i preparativi per la partenza, ma solo il1 gennaio 1272 giunse  a Brindisi, il 10 febbraio raggiunse Viterbo dove il 13 marzo fu ordinato Sacerdote e, finalmente, il 27 marzo consacrato Papa a Roma dove assunse il nome di Gregorio X, memore di quel Gregorio IX  ( Ugolino Conti da Rieti ) che aveva canonizzato San Domenico da Guzman, Sant'Antonio da Padova e San Francesco d'Assisi.






Amico di Bonaventura e Tommaso con i quali aveva studiato a Parigi, in ottimi rapporti con il re di Francia Luigi XI, con Riccardo di Cornovaglia, Rodolfo d'Asburgo e Carlo d'Angiò Teobaldo era conosciuto in tutta l'Europa come un grande studioso.



Tommaso d'Aquino



Conobbe i fratelli Polo al rientro dalla Cina, evento citato da Marco nel suo Milione.



Gregorio X e i fratelli Polo



 Tra i molti provvedimenti presi durante il suo breve pontificato, tre decisioni spiccano.
Il tentativo non riuscito di far cessare le lotte intestine tra Guelfi e Ghibellini, la convocazione di un Concilio a Lione nel 1274 nell'intento, fallito, di riunire le chiese Cristiane ed Ortodosse, dove nominò Bonaventura Cardinale per consentirgli la giusta autorità nelle trattative ( ma Bonaventura morì pochi mesi dopo, così come Tommaso chiamato in sua vece che si spense a Fossanova ) e la riforma del Conclave per evitare  il ripetersi di Viterbo.



Bonaventura



Dopo  tre giorni  senza che fosse avvenuta la nomina , infatti,  i Cardinali non avrebbero più avuto pasti completi, ma solo una pietanza a pranzo e una minestra a cena, Trascorsi inutilmente ulteriori cinque giorni, sarebbero andati avanti ad oltranza  solo a pane e acqua ( cui si aggiunse, per carità cristiana, un po' di vino )
Gregorio X si spense il 10 gennaio 1276 e indovinate quanto durò il successivo conclave che elesse Urbano V? Tre giorni, ovviamente in ossequio alle rigorose disposizioni papali...




( Sergio Benedetti, Libero del 12-07-2012)
( foto dal web )

29 commenti:

  1. Un episodio giustamente famoso della storia della Chiesa.Da noi un proverbio recita " Il mangia' prima der Battesimo", per i neonati e non solo!
    Cara Antonella, da Fata C. ti aspetta un premio:-)
    Marilena

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Ciao Marilena, bello questo proverbio non lo avevo mai sentito.
      Vengo subito da te....grazie!
      Antonella

      Elimina
  2. Ma non fu il solo Papa che cercò di modificare in meglio la Chiesa, solo che chi ci ha provato è stato prima tolto di mezzo e poi denigrato dai suoi successori... Che tristezza!

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Come sempre quando si cerca di modificare qualche cosa in meglio non si viene capiti, anzi ti eliminano, a volte anche fisicamente, e poi ti denigrano e soprattutto ripristinano di corsa il vecchio ordinamento.
      Che tristezza, davvero!
      Antonella

      Elimina
  3. un Papa davvero illuminato, come pochi ce ne sono stati nella storia: ma tanto, quando la religione si unisce al potere (ahimè sempre) la fine che ci si può aspettare è solo una.

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Purtroppo quando si tratta di potere...non ci sono santi che tengano!
      A presto.
      Antonella

      Elimina
  4. Un vero guaio che non ce ne siano stati più di simili Pontefici.
    Ti ringrazio per questa storia, ben raccontata e illustrata che non conoscevo.
    Ciao cara Antonella, a presto,
    Lara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lara, sono le mie piccole storie nella storia che solitamente pubblico il mercoledì. In realtà non sono mie ma di questo giornalista che ritengo bravissimo nello scovare storie un po' particolari. E' anni che le colleziono e adesso mi piace l'idea di avene fatto una consuetudine sul mio blog.
      Ciao, a presto
      Antonella

      Elimina
  5. Risposte
    1. Ciao, grazie, mi fa molto piacere.
      A presto, Antonella

      Elimina
  6. Grazie per questa curiosità Anto...ho visitato il "Palazzo dei Papi" a Viterbo ma non conoscevo questa storia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Toinette, mi piacciono tantissimo queste curiosità della storia, ti devo dire che anch'io prima di leggere l'ottimo De Benedetti non la conoscevo.
      Ciao, a presto.
      Antonella

      Elimina
  7. I ministri di Dio hanno dei compiti molto importanti e difficili. Ciao e buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simo, quanto hai ragione! Buona serata.
      Antonella

      Elimina
  8. Ciao Antonella,
    che bel post curioso, cercò di far placare le lotte tra Guelfi e Ghibbelini? impresa impossibile direi, infatti come ci hai scritto falli.
    Come sempre ci racconti pezzi di storia, importanti ed interessanti ;)
    Avrei tanto voluto averti come docente di storia e filosofia :D
    baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia Audrey, hai detto una cosa terribile. Io sarei una pessima docente, non mi piace proprio insegnare, fin che si tratta di parlare, discutere tutto va bene nel momento in cui bisogna trasmettere le cose ...non è nelle mie capacità.
      Questa storia è piaciuta anche a me , lo trovata interessante e comunque la dice lunga su come vanno le cose già dai tempi passati.
      Baci a te, a presto.
      Antonella

      Elimina
  9. Unire i Cristiani e gli Ortodossi...sarebbe stato davvero un'impresa ardua! Comunque sia un personaggio che di certo possedeva una forte personalità, un'uomo che prediligeva andare contro corrente...interessante come sempre il tuo post!
    Vita lunga e prospera, Anto.

    RispondiElimina
  10. Ciao, davvero un personaggio particolare con in mente grandi imprese che purtroppo non sono giunte al risultato sperato.Grazie dei tuoi passaggi, buonanotte.
    Antonella

    RispondiElimina
  11. ma che bello trovare post sulla storia!! l'età medievale poi mi affascina davvero molto!! :) anche se.. i tempi non sono cambiati.. corruzione e intrighi prima e ora :/ menomale che cmq poi qualche persona di valore ai posti di comando a volte (molto a volte :P ) c'è....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto, molto di rado ma ogni tanto qualche persona valida salta fuori. Non sapevo che ti piaceva la storia medioevale, è una delle mie passioni, in particolare io mi sono molto interessata a Federico II, che considero veramente un grandissimo, e alla sua epoca. Pensavo addirittura di farne una serie di post ma devo valutare se davvero possono essere interessanti anche per chi legge. A presto, buona giornata.
      Antonella

      Elimina
  12. Certo che nella Chiesa ne sono successe di cotte e di crude! Questa del Papa che non era nemmeno un sacerdote è proprio bella! Però questo Teobaldo/Gregorio doveva essere un tipo tosto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tosto doveva essere tosto e se fosse riuscito a portare a termine la sua opera probabilmente sarebbe anche stato un grande innovatore. Anch'io non mi davo pace su questa cosa che è diventato Papa senza essere nemmeno sacerdote.
      Ciao, buona giornata e a presto.
      Antonella

      Elimina
  13. Storia molto interessante, Antonella.

    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Gianna, che mi leggi sempre.
      Certo è una storia non comune.
      Un abbraccio, buona giornata,
      Antonella

      Elimina
  14. Molto bello e interessante questo post, molte cose sono nuove per me.
    Tranne Tommaso d'Aquino, so la sua storia, perché era dell'ordine dei domenicani predicatori. (mio marito è terziario domenicano)
    Ciao cara Antonella e grazie!♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dani, scusami, non sono certa di sapere con precisione cosa significa essere terziario domenicano, capisco che deve essere una bella cosa ma non so con precisione cosa comporta. La storia raccontata nel post anche secondo me è interessante, chissà come sarebbe andata in seguito se questo Papa fosse riuscito a portare avanti il suo progetto?
      Ciao, buona giornata.
      Antonella

      Elimina
  15. Ciao anto, ti lascio un link se vuoi informarti su il terziario domenicano.
    http://www.amicidomenicani.it/leggi_sacerdote.php?id=344
    Ciao un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie sei gentilissima , vado subito a vedere.
      A presto, Antonella

      Elimina
  16. This aгticle will аsѕiѕt the internet usеrs for buіlding up neω web ѕіte οг even a blog from start to end.
    Feel free to surf my web site health care bill

    RispondiElimina

Piemontesità

Piemontesità
" ...ma i veri viaggiatori partono per partire, s'allontanano come palloni, al loro destino mai cercano di sfuggire, e, senza sapere perchè, sempre dicono: Andiamo!..." ( C.Boudelaire da " Il viaggio")