venerdì 13 luglio 2012

Lennox



Lennox era un cane buono, non aveva mai fatto del male a nessuno,
è stato ucciso da una bestia  chiamata "uomo".


VERGOGNA!!!





26 commenti:

  1. VERGOGNA E'...TROPPO POCO!!!
    Ormai la differenza è sempre più evidente tra gli amici animali (tutti!) e le bestie (uomini...alcuni).
    Ciao Antonella.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pino, guarda hai proprio ragione, gli uomini diventano sempre più bestie, in certi gesti, come questo, non resta nessuna traccia di umanità. Ciao, buona giornata anche a te.
      Antonella

      Elimina
  2. Non ci sono parole. L'uomo non si riscatta mai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ambra, è vero , anzi l'uomo trova sempre il modo di dare il peggio di sè, e questa cosa fa male! Scusami se non sono ancora passata da te, ma con l'iniziativa di Timbuctù sono stata un po' presa ma oggi mi rimetto in pari. A presto.
      Antonella

      Elimina
  3. :((( tristissima.....
    la cattiveria dell'uomo non si smentisce mai!!!!
    e pensare che c'erano un sacco di persone che volevano portarlo via di lì a loro spese....ma loro niente,sono andati avanti nella loro indifferenza e assurda insensibilità..ma dove arriveremo???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, e pensare che abbiamo fatto un discorso simile qualche giorno fa per il cane lasciato morire nel catrame! Non c'è fine a queste atrocità nei confronti degli animali. Ciao,un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  4. Ciao, mi fa piacere conoscere il tuo blog...molto interessante e coinvolgente, soprattutto per gli stimoli al pensiero e alla riflessione su filosofie di vita e consapevolezza di ciò che ci sta intorno...nel bene e nel male...
    Ciao, a presto, Floriana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, piacere di fare la tua conoscenza. Ti ringrazio per i complimenti, mi fa piacere che tu qui ti sia trovata bene. Oggi passerò senz'altro da te a ricambiare la visita, a presto.
      Antonella

      Elimina
  5. vergogna non basta!! L'uomo è un essere immondo che uccide per il puro piacere di farlo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, cara Elisa, vergogna non basta, è troppo poco per chi compie e per chi permette che si compiano cose del genere. Ho visto che hai scritto un bellissimo post, passo oggi. Un bacio.
      Antonella

      Elimina
  6. Non ci sono parole! Quando l'uomo comprenderà che gli esseri senzienti, tutti, vanno rispettati, forse saremo alla fine del mondo!
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Massimo, penso proprio tu abbia ragione forse solo alla fine del mondo l'uomo si renderà conto di quanto tutto e tutti vadano rispettati. Nel particolare poi questo cane non aveva fatto proprio niente oltre tutto era il cane di una bimba disabile e non la lasciava mai...cose di una tristezza senza fine!
      Ciao, a presto.
      Antonella

      Elimina
  7. Guarda mi sento male solo al pensiero. Non ho parole devono solo vergognarsi e spero facciano la stessa identica fine e mi fermo perchè come sai quando mi arrabbio poi sono un fiume di parole orrende e non mi piace.
    Ci sentiamo dopo kiss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sono cose che lasciano senza parole e se qualcuna te la lasciano non è certo bella! A me queste cose fanno veramente tanto male! A dopo.Baci.
      Antonella

      Elimina
  8. E se fosse stato il contrario? Se fosse stato Lennox ad aggredire un uomo? Beh... avrebbe pagato lo stesso, sarebbe stato ugualmente abbattuto.
    L'UOMO ormai è il vero "animale"... con tutto rispetto per gli animali... ha sempre ragione dall'alto della sua prepotenza e tracotanza.
    E' meglio non andare oltre perchè lo SCHIFO è al massimo e non sarebbe giusto star male per degli esseri spregevoli che fanno il processo alle intenzioni persino ad un cane.
    A presto.
    Mary

    RispondiElimina
  9. Ciao Mary, mi piace questa tua espressione "dall'alto della sua prepotenza e tracotanza", ed è vero è proprio questo che è l'uomo nei suoi comportamenti verso gli altri esseri viventi. Ed è davvero meglio fermarsi qui perchè questo comportamento di fare il processo alle intenzioni e soprattutto di condannare per la presunta appartenenza a una razza (ovviamente anche se l'appartenenza fosse accertata) non mi piace per niente e porta a cose che spero di non dover mai vedere.
    Ciao, a presto.
    Antonella

    RispondiElimina
  10. Vorrei chiamarli criminali, ma poi sono certo che i criminali si offenderebbero! buon fine settimana...ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giancarlo, hai perfettamente ragione, sarebbe un offesa per i criminali. Ho visto che stai per partire per le vacanze e verrai "a villeggiare" dalle mie parti! Buona vacanza.
      Antonella

      Elimina
  11. quanta crudeltà.
    Ciao Lennox
    :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero troppa e assolutamente ingiustificata...povero cagnone!
      Antonella

      Elimina
  12. Quando sento questi fatti mi viene una rabbia tale che, se mai avessi tra le mani quell'uomo indegno di chiamarsi tale, non potrei rispondere delle mie azioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Katherine, ti capisco benissimo, sono cose mi fanno perdere ogni tipo di controllo. Sono dei mostri non degli uomini!
      A presto, buon fine settimana.
      Antonella

      Elimina
  13. Come ho detto in altri post, non serve aggiungere altro...hai detto tutto tu.
    Una vergogna.
    Debora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Debora, sì, non ci sono altre parole da aggiungere...
      Ciao, a presto.
      Antonella

      Elimina
  14. Non si dice mai abbastanza a proposito della brutalità dell'essere umano.
    La parte umana dell'uomo non trava sbocchi.

    RispondiElimina
  15. Ciao Carla, sai bene come la penso e come amo gli animali e i cani...ho già detto tutto commentando il tuo post. Delle volte mi sembra che per l'uomo non ci sia redenzione tanto è cattivo. A presto, un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina

Piemontesità

Piemontesità
" ...ma i veri viaggiatori partono per partire, s'allontanano come palloni, al loro destino mai cercano di sfuggire, e, senza sapere perchè, sempre dicono: Andiamo!..." ( C.Boudelaire da " Il viaggio")