mercoledì 16 aprile 2014

Parlando un po' di me...





Devo farlo, devo scrivere un po' di me...mi rendo conto che sto un po'
trascurando questo mio spazio, che sono un po' superficiale nel rispondere ai vostri commenti
e, peggio ancora, commento poco e troppo affrettatamente i vostri post...
e questa cosa mi spiace veramente tanto e mi fa stare male.







La realtà è che sto trascorrendo un periodo difficile e mi sono improvvisamente 
trovata con poco tempo a disposizione e con tanti pensieri in testa
che mi impediscono di concentrarmi come vorrei sulle cose che mi piacciono
e, naturalmente, il blog è una di queste.







Come sapete da fine gennaio ad oggi non sono quasi mai stata a casa. e questo, 
pur avendo degli innegabili risvolti positivi, ha cambiato parecchio il ritmo
della mia vita. Io sono una persona molto abitudinaria e questi cambiamenti per
me sono stati difficili...ho perso il mio ritmo abituale e faccio fatica a trovarne uno nuovo.







In più nel giro di un giorno la vita mi si è capovolta intorno,
abbiamo scoperto, dopo la sua caduta, che mia suocera è ammalata e gestirla
è difficilissimo. Ogni giorno dobbiamo sostenere discussioni interminabili per i cibi che 
deve mangiare, per la cura della sua igiene personale, per i suoi comportamenti con la 
persona che la segue che non perde occasione di bistrattare.







Con lei ho sempre avuto un rapporto difficile e ormai erano parecchi anni che, 
pur abitando fianco a fianco, non ci parlavamo, è ovvio che davanti alla malattia e, soprattutto,
per amore nei confronti di mio marito ho cancellato il rancore e ho iniziato ad
occuparmi di lei. Ma ogni giorno è una litigata, io non sopporto la sua arroganza e tutte
le bugie che ci racconta, non sopporto come tratta la ragazza che si occupa di lei, lei
da parte sua mi ha sempre guardata come si guarda un extraterrestre, mi ha sempre detto che 
non mi sopporta e non perde occasione di cacciarmi quotidianamente di casa.







Non che a me importi più di tanto ma naturalmente la mia mente non è sgombra
come prima, a volte mi sento soffocata dalla rabbia, a volte terribilmente dispiaciuta
per mio marito e i pensieri mi si accavallano in testa...ecco perchè non riesco
ad essere nemmeno qui serena come ero prima.







Ecco tutto questo mi distrae e mi ruba tanto tempo,
spero di riuscire al più presto a ridare ordine alle mie giornate ed essere presente qui
in modo più continuo e costruttivo, chiedo ancora un po' della vostra pazienza.
Scrivere le cose qui mi è servito anche un po' da sfogo, non credo di essere una persona cattiva
ma  faccio fatica a mantenere la calma e spesso non ci riesco, questo mi stanca e 
mi toglie l'entusiasmo per le cose che di solito faccio, spero davvero di ritrovarlo
al più presto e di tornare, anche qui, quella di sempre.




( Fotografia della mia figlioccia Eva )









62 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonella!Mi dispiace per quello che stai passando!tua suocera deve essere di vecchia generazione.Tu ti stai comportando pure troppo bene e questo ti fa onore,il problema è il suo che non riesce a capire ed apprezzare.A volte si dice che invecchiando si peggiora,io dico si ma fino ad un certo punto,perché se uno è fatto in un certo modo,vuol dire che era così pure da giovane e non ha scusanti!Anche io ho avuto problemi con i miei suoceri a suo tempo.e dopo nottate in ospedali,pulizie della casa,spese,mentre avevo una famiglia da mandare avanti mi è stato detto che non ho fatto niente.Ma a me non importa.Lassù ci sarà chi giudicherà!Ti abbraccio!Rosetta.Spero almeno che il tuo braccio vada meglio!

      Elimina
    2. E' proprio così Rosetta, è sempre stata così fin da quando l'ho conosciuta ed allora non aveva nemmeno 50 anni. A me questa situazione pesa molto, spero che passi e che la mia vita possa riprendere il ritmo di sempre...ho sempre cercato di dare una mano alla persone che ne hanno bisogno ma con lei faccio veramente fatica...
      Un bacione e grazie delle tue parole.
      Antonella

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In bocca al lupo per tutto Antonella!
      Ti auguro di ritrovare al più presto tutta la serenità che ti meriti!
      Non ti preoccupare, dalle tue parole si capisce che non sei una persona cattiva e sì, hai ragione, uno sfogo ci voleva proprio!

      Elimina
    2. Sì, lo sfogo mi ha fatto bene e le vostre parole mi hanno rincuorata. Spero tanto di ritrovare la mia serenità, ma io e mio marito siamo convinti che ci aspettino giorni difficili.
      Un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Antonella, prenditi tutto il tempo che ti serve. Il blog è una bella cosa, una volvola di sfogo dove raccontiamo le nostre passioni e possiamo conoscere tanta bella gente, ma ci sono momenti in cui (secondo me) la vita "vera" diventa una priorità. Io non penso tu ti debba sentire in colpa se non ci passi a trovare o se in questo periodo scrivi qualche post in meno, in questo momento mi sembra tu abbia cose più importanti da affrontare. Noi ti siamo vicino e ti aspettiamo!

      Elimina
    2. Grazie Silvia, ero sicura che mi avreste capita ma ci tenevo a darvi una spiegazione. Purtroppo a volte la vita "vera " ci assorbe completamente...ho talmente la testa piena di pensieri che anche quando vengo sul blog combino solo pasticci...guarda questa pagina e te ne rendi conto. Grazie per la tua vicinanza, un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Fiori meravigliosi, mi piace questa deliziosa primavera bello!

      Elimina
    2. Grazie Leovi, un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina

    2. Hai fatto bene a sfogarti e mi dispiace così tanto... forza forza forza! ♥
      Non ti preoccupare per il blog, lui ti aspetta e sono sicura anche tutti quelli che fino a questo momento ti hanno conosciuta.
      Comprendo, in parte, i sentimenti che provi per tua suocera, a me è capitato verso mia nonna, sarà diverso, ma a volte ci sono persone che istigano i sentimenti più brutti che abbiamo dentro e ci vuole una grande forza e una grande calma interiore. Per un periodo la nostra vita era stata sconvolta perchè abbiamo dovuto curarla, ma lei, vuoi anche per un peggioramento dovuto alla vecchiaia, non era facile da sopportare. Come trattava mia mamma... e anche la mia zia, la storia è lunga, e io certo non sono stata un "angioletto". Non sopportavo le ingiustizie e le falsità. Non è facile ciò che stai vivendo, né affrontarlo. Nel mio piccolo ti sono vicina e prego per te, per voi. Dio è in grado di donarci pace persino durante la tempesta, di donarci buoni sentimenti e autocontrollo nelle situazioni più critiche e spero ti riempia il cuore di questo. Io ho trovato tanto conforto nella Sua parola e nei Salmi, e ti dedico il 46, mandandoti un grande abbraccione!
      Vivy

      Salmi 46

      Dio è per noi un rifugio e una forza,
      un aiuto sempre pronto nelle difficoltà.
      2 Perciò non temiamo se la terra è sconvolta,
      se i monti si smuovono in mezzo al mare,
      3 se le sue acque rumoreggiano, schiumano
      e si gonfiano, facendo tremare i monti. [Pausa]
      4 C'è un fiume, i cui ruscelli rallegrano la città di Dio,
      il luogo santo della dimora dell'Altissimo.
      5 Dio si trova in essa: non potrà vacillare.
      Dio la soccorrerà al primo chiarore del mattino.
      6 Le nazioni rumoreggiano, i regni vacillano;
      egli fa udire la sua voce, la terra si scioglie.
      7 Il SIGNORE degli eserciti è con noi,
      il Dio di Giacobbe è il nostro rifugio. [Pausa]
      8 Venite, guardate le opere del SIGNORE,
      egli fa sulla terra cose stupende.
      9 Fa cessare le guerre fino all'estremità della terra;
      rompe gli archi, spezza le lance, brucia i carri da guerra.
      10 «Fermatevi», dice, «e riconoscete che io sono Dio.
      Io sarò glorificato fra le nazioni,
      sarò glorificato sulla terra».
      11 Il SIGNORE degli eserciti è con noi;
      il Dio di Giacobbe è il nostro rifugio.

      Elimina
    3. olto belle queste parole e il salmo. grazie.
      Paola

      Elimina
    4. Ciao Vivy, bellissime parole quelle del salmo e bellissime parole anche le tue. E' vero, ci sono persone che risvegliano in noi i sentimenti più negativi, mia suocera è una di quelle...io non ce la faccio ad accostarmi a lei in modo sereno perchè non fa altro che cercare la lite in modo falso e subdolo...e poi non sopporto la sua arroganza nei confronti delle altre persone a partire dalla ragazza che si occupa di lei...spero di riuscire a trovare un po' di calma.
      Un grande abbraccio.
      Antonella

      Elimina
    5. Vorrei che queste persone dall'animo "brutto" non l'avessero vinta, che non ci facessero contorcere dal nervoso, togliendoci la serenità. Prego che tu possa davvero trovare in te questa calma, per poter vivere meglio questa situazione difficilissima, un bacione!! ♥♥♥

      Elimina

    6. Grazie Vivy...dovrei imparare a lasciar perdere e a non fare caso alle cattiverie ma per il momento non ci riesco...
      Un bacione.
      Antonella

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anto, sinceramente so che il mio pensiero va controcorrente ed è un pò antipatico, ma chi ti obbliga a prenderti cura di una persona odiosa che ti tratta anche male?
      Lo spirito di sacrificio alla Kunta Kinte non è una cosa positiva.
      Moralmente, affettivamente o materialmente le devi qualcosa?
      Se la risposta è no, lasciala perdere, ne guadagni in salute fisica e mentale.
      Un abbraccio,

      Elimina
    2. Melinda, sarai anche contro corrente ma hai ragione...Sai qual'è il problema? Mio marito, mi spiace non dargli una mano in questa situazione e soprattutto lui è impegnato con il lavoro e ogni giorno bisogna contattare il medico per dosare i medicinali secondo il tempo di coagulazione del sangue e misurare la glicemia cosa che lei si rifiuta di imparare a fare e di comunicare al dottore...poi bisogna controllare che non mangi cose che non deve mangiare...tratta male la donna che la segue e quindi almeno una volta al giorno devo controllare cosa succede. Spero di riuscire a "inquadrarla" il più presto possibile in modo da poter stare tranquilli...ma per intento è dura!
      Un bacione.
      Antonella

      Elimina
  7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Ti capisco Antonella.

      Passerà pure questo brutto periodo..

      Ti auguro di trovare al più presto la tua serenità.

      Ti abbraccio

      Elimina
    2. Grazie Gianna, sì, speriamo che passi e che la mia vita torni nei suoi soliti binari.
      Un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  8. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Ciao Antonella,
      hai fatto bene a sfogarti in questo post e tirare fuori la rabbia che provi,solo in questo modo riusciamo ad affrontare le problematiche che ci perseguitano.
      Posso comprendere la tua posizione nei confronti di tua suocera, a maggior ragione se non avete mai avuto un rapporto e soprattutto se lei continua ad adirarsi contro te nonostante tu abbia messo da parte il "rancore" per starle vicino.
      Che vuoi farci, credo che certe persone non le cambierai mai e il fatto che tu ti stia prendendo cura di lei ti fa davvero onore.
      Volevo anche dirti che hai davvero mascherato bene sul blog questo difficile periodo che stai attraversando riversando l'attenzione su altre tematiche "neutre", ma se posso darti un consiglio il blog è molto terapeutico e a volte scaricare le proprie tensioni fa bene pertanto se dovesse capitarti di voler gridare la tua rabbia al cielo, fallo nuovamente qui nel tuo angolo, ci saremo noi a sostenerti ad accogliere e contenere il tuo dolore.
      Gli amici servono anche a questo no?
      Mi sono dilungata troppo perdonami, complimenti a tua figlioccia per questa esplosione di colori primaverili.
      Un abbraccio affettuoso

      Elimina
    2. Non ti sei dilungata affatto, è stato un piacere leggere le tue parole...sì, ho deciso di lasciar trapelare la mia rabbia anche qui perchè mi sento tra amici e perchè questo è uno spazio mio dovo voglio poter esprimere tutto quello che provo, nel bene e nel male. Purtroppo la situazione è quella che è , mi sembra di cercare di cavare il sangue da una rapa...vorrei che si comportasse in modo diverso con le persone, che avesse più dimestichezza con l'acqua e sapone, che capisse che le vengono vietati certi alimenti è per il suo bene e non per cattiveria...ma non ce n'è, non vuole nemmeno ascoltare.
      Grazie e un grande abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  9. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uno in bocca al lupo e speriamo che ritrovi la serenità che meriti.
      Saluti a presto.

      Elimina
    2. Grazie, lo spero tanto anch'io...ma già questo sfogo mi ha fatto bene!
      Buona serata.
      Antonella

      Elimina
  10. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le foto sono un tripudio di fiori a contrastare quel forte disagio che si legge nelle tue parole. Mi dispiace, non so cosa farei io in un caso come il tuo, certamente è pesantissimo e forse continuerei a non occuparmi di lei, visto che, oltre a tutto non è sola e ha una persona che la segue. Devo dire che, anche se non in modo così brusco e determinato, condivido il pensiero di Melinda.

      Elimina
    2. Ciao Ambra, in realtà teoricamente anch'io condivido il pensiero di Melinda ma poi nella realtà vedo mio marito che è stanco per il lavoro e che ha bisogno d'aiuto per gestire i capricci di questa donna che è sempre stata molto distante anche da lui e mi dispiace non aiutarlo.
      Spero che le cose prendano una piega diversa...
      Grazie e buona serata.
      Antonella

      Elimina
  11. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Antonella, so che hai poco tempo.... ma se vuoi sfogarti puoi contare su di me, scrivimi pure. E' un periodo un po' così-così, speriamo che passi. E' molto difficile, avevo un nonno e ho dovuto metterlo in una casa di riposo, perchè lavoravo e lui non "capiva" più niente. Cerca di riposarti, almeno un po', hai bisogno anche tu.... Un grande abbraccio, a presto.

      Elimina
    2. Ciao Ale, sì, è un periodo un po' difficile e complicato e mi auguro che passi presto. So che sei disponibile ad ascoltarmi, appena ho un po' di tempo ti scrivo...anche se è qualche giorno che non mi faccio viva ti ho sempre nel mio pensiero.
      Un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  12. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Ciao Antonella,
      su questo post ci siamo già dette tutto. Come sai mi spiace per la tua situazione e ti auguro di cuore che tutto si risolva al più presto. Sai che se hai bisogno io ci sono e nel mio piccolo cercherò sempre di darti una mano, come posso. Devi cercare di ritrovare la serenità e l'equilibrio che ti è stato tolto da questa serie di avvenimenti che hanno modificato la tua vita. Ti abbraccio forte :*

      Elimina
    2. Sì, ci siamo già dette tutto...conosci bene la situazione e sai che sforzo quotidiano faccio e Renato con me.
      Lo so che ci sei...infatti ascolti sempre le mie lamentele e ti ringrazio per questo.
      Un grande abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  13. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo Antonella non siamo noi a decidere le cose che ci succedono. Hai fatto molto bene a riavvicinarti a tua suocera, anche se sicuramente non sarà una passeggiata. Quando le persone diventano anziane e ammalate non migliorano e diventa molto difficile per chi sta loro vicino, anzi soprattutto per chi è molto vicino. Se però tu non l'avessi fatto staresti peggio e ti sentiresti in colpa anche nei confronti di tuo marito.
      Per la mia esperienza personale (mamma e suocera) posso dirti che mi sono pentita di aver fatto tante discussioni per le cose che ritenevo giuste e che loro non accettavano. Ma, sai, il senno di poi... Non preoccuparti per il Blog, tornerà il suo momento. Ti auguro di essere almeno serena e di pensare che questo tuo attuale sacrificio non è inutile. Ti abbraccio e auguro Santa Pasqua.
      Paola

      Elimina
    2. Ciao Paola, hai centrato il punto, quello che faccio lo faccio per non avere sensi di colpa, soprattutto nei confronti di mio marito. Hai ragione, con l'età le persone non migliorano e i rapporti difficili non diventano certamente più facili...se poi le persone non cercano nemmeno di ascoltarti diventa ancora tutto più complicato...Mha, vedremo...
      Un grande abbraccio e anche a te e ai tuoi cari un grande augurio per una Pasqua serena.
      Antonella

      Elimina
  14. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuno dei due sta passando un periodo positivo ma non mollare, puoi farcela a venirene fuori.
      TVB
      Xavier

      Elimina
    2. No, non è un periodo positivo per nessuno di noi...ma nè tu nè io molleremo mai e ce la faremo!
      Un forte abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  15. Risposte

    1. Cara Antonella ,le suocere soprattutto quelle della vecchia generazione sono difficili da gestire ,la nuora è sempre un'estranea o addirittura una rivale , inoltre quando sono ammalate la situazione precipita, è una storia vecchia come il mondo e forse sarà sempre così ....non ti abbattere e cerca di essere più positiva e distraiti quando puoi....ci siamo passate tutte....Un caro abbraccio

      Elimina
    2. Grazie Cettina...il tuo " ci siamo tutte " rallegra davvero il cuore.
      Hai ragione è una storia vecchia come il mondo...credevo di aver già superato la fase critica e invece anni dopo mi ci ritrovo dentro...Devo dire che parlarne qui mi ha, comunque, fatto bene, è stato un bel confronto.
      Grazie, un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  16. Cara Antonella, capisco molto bene il tuo disagio. Sei ammirevole per aver saputo mettere tutto da parte per aiutare tua suocera, ma sappiamo bene che mente e cuore hanno sempre faticato ad andare d'accordo e capisco che, per quanto il ragionamento t'imponga di sforzarti di starle vicina, il cuore ti spinga da un'altra parte. Sarà una dura battaglia e ti aspettano giorni sempre più difficili. Fai bene a guardare immagini belle con la natura in fiore, e sfogarti quando puoi, anche qui sul blog. Ti siamo vicini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Katherine, non hai idea di quanto bene mi abbia fatto sfogarmi qui sul blog e confrontarmi con le vostre esperienze. Purtroppo i rapporti difficili non cambiano mai, nemmeno quando quando le vicende della vita si complicano, anzi, forse peggiorano. Immagino la guerra che mi aspetta, ma il fatto che adesso so di poterne parlare con voi già mi rasserena.
      Un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  17. Antonella vi ringrazio molto! Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Leovi, un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  18. Con grande pazienza, affetto e amore saprai superare momenti difficili standole accanto e con il tuo esempio dimostrerai di saper amare!
    Saper amare chi non sa amare è amore e gratifica l'animo!
    Con la preghiera ti sarò vicina!
    Un abbraccio e buona giornata!
    Ti lascio i miei più veri auguri per una serena Santa Pasqua!
    Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Beatris, io non credo che riuscirò mai ad amare mia suocera, fin da subito mi ha ostacolata in ogni modo, però amo mio marito e quello che faccio lo faccio pensando a lui.
      Grazie per la tua vicinanza con la preghiera un affettuoso abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  19. Coraggio. Posso solo dirti questo. Immagino quanto possa farti stare male tutto questo. Tutti ne soffrono. Compresa tua suocera che non ha mai saputo amarti. Che dolore. Buona Pasqua, per quanto ti sarà possibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sonia, sì, purtroppo in questo momento sto vivendo una situazione dolorosa che mi toglie la serenità...spero di ritrovare la tranquillità e la voglia di dedicarmi a ciò che amo, per il momento vedo tutto nero.
      Auguro anche a te una Pasqua felice, a presto.
      Antonella

      Elimina
  20. Ciao Antonella, a volte serve anche solo lo sfogo.
    Mi spiace per il momento pesante che stai vivendo, che ti toglie tempo e soprattutto serenità.
    Ma quel sant'uomo del tuo maritino, che ne dice? La madre è sua e forse toccherebbe a lui fare un cazziatone a sua madre!!
    Va bè, io dicvo così da fuori....Le situazioni, vivendole, si affrontano come si può. Un abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Viola, tu non hai idea di quanti gliene ha già fatti...presa con le buone, con le cattive, in tutti i modi...niente...
      Purtroppo il periodo è pesante e spero passi quanto prima, come giustamente dici cerchiamo di fare quello che possiamo ma credimi sta diventando veramente dura...
      Un abbraccio e Buona Pasqua.
      Antonella

      Elimina
  21. Ciao cara Antonella, mi spiace che stai passando queste difficoltà. armati di tanta pazienza, dimentica le contrarietà che hai avuto in passato,buttale alle spalle,non è facile aver a che fare con persone anziane, se poi hanno un caratteraccio ancor peggio. vedrai che riuscirai a trovare un equilibrio giusto. ogni tuo sacrificio ti sarà riconosciuto, ti parlo così perchè anch'io in passato ho avuto problemi simili, ma ciò che di bene facciamo non va perduto.
    Ti auguro una santa Pasqua con serenità, un abbraccio♥
    Dani.
    Ps. Non preoccuparti del blog, gli amici sanno attendere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela, la pazienza mi difetta un po'...in particolare con lei con la quale non c'è mai stato nemmeno un po' di affetto. Sono stanca io ritengo che, avendo un problema di diabete che stiamo tenendo sotto controllo e una gamba da cui ormai ha tolto il gesso da più di un mese, almeno il piatto e la tazzina del caffè potrebbe lavarseli...anche mio marito è stufo di questa situazione, il medico si arrabbia perchè dice che non possiamo farle tutto così...risultato se noi non ci siamo il piatto di mezzo giorno resta lì sporco sul tavolo fino alle 5 della sera quando arriva la ragazza....
      Scusami, mi è venuto uno sfogo nello sfogo...
      Un abbraccio e tanti auguri per una Pasqua serena.
      Antonella

      Elimina
  22. cara Antonella, io conosco il tuo periodo difficile e ciò che mi appare chiaro è il profondo rapporto con tuo marito; fai e sopporti cose sono difficilmente sopportabili e ti ammiro per la forza con cui vivi questa situazione.
    Tornare al tuo mondo (il tuo blog, le tue, foto, le tue passeggiate con i cani, i "nostri" pomeriggi) e i nuovi progetti in cantiere ti aiuteranno a recuperre serenità.

    Un fortissimo abbraccio

    Gloria

    RispondiElimina

Piemontesità

Piemontesità
" ...ma i veri viaggiatori partono per partire, s'allontanano come palloni, al loro destino mai cercano di sfuggire, e, senza sapere perchè, sempre dicono: Andiamo!..." ( C.Boudelaire da " Il viaggio")