venerdì 18 ottobre 2013

Notte d'Autunno / Rainer Maria Rilke




Le stelle, tacendo,
rimiran la pallida luna:
barchetta d'argento,
che sogna l'approdo
per entro le chiome dei tigli.
Richioccola lungi una fiaba
la garrula fonte, sommessa.
Un tonfo leggero di pomi
sull'erba che immobile sta.
Dal poggio vicino,
la brezza notturna spirando,
mi reca sovr'ali d'azzurra
falena, traverso le querce,
un greve sentore
di fervidi mosti recenti.

( Rainer Maria Rilke )








38 commenti:

  1. Bellissimi questi versi di Rilke, e le foto che posti sono splendide, pare di sentire il profumo di quelle mele sulla paglia.
    Grazie Antonella e...buongiorno!
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Daniela per il tuo gradito passaggio.

      Grazie per aver apprezzato i versi di Rilke e anche la mia modesta foto...che profuma d'autunno.

      Un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  2. Ho scoperto Rilke attraverso "lettere a un giovane poeta" e mi piace tantissimo, usa parole semplici per descrivere sentimenti e immagini profonde.
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Melinda, anche a me piace molto...devo però confessare che non sempre amo leggere poesie. Questo è un periodo in cui le leggo volentieri però non sempre è così.

      Un bacione.
      Antonella

      Elimina
  3. Molto bella questa poesia! chissà se conosci il titolo originale?

    Grazie! Buona giornata
    Cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cinzia, per quanto ne so il titolo originale è proprio quello che ho dato al post " Notte d'Autunno ".

      Grazie a te e buona giornata.
      Antonella

      Elimina
  4. E' dolcissima!Buon fine settimana dolce!Rosetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosetta, auguro anche a te un dolcissimo fine settimana.
      Antonella

      Elimina
  5. Le poesie che scegli sono sempre delicatissime, piene di emozioni e colori... E quelle mele sono le tue?
    Un abbraccio zamposo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Jene, mi fa piacere che le mie scelte siano di vostro gradimento.

      No, le mele non sono mie ma del mio vicino di casa...sono sicura che apprezzereste il profumo di mele un po' fermentate che si respira tutto intorno a casa mia.

      Un abbraccio zamposo, a presto.
      Antonella

      Elimina
  6. Che meraviglia...Mi riporta a quando facevo le medie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Viola, mi piace l'idea di aver suscitato ricordi dei tempi della scuola...

      Ti auguro una buona giornata.
      Antonella

      Elimina
  7. Ciao Antonella,
    ma che bella la tua foto è spettacolare ;)
    molto belli anche i versi di Rilke.
    Buona giornata un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Audrey, qui da me, in questa stagione, i carretti con le mele si incontrano frequentemente.
      Sono contenta che ti sia piaciuta.

      Un bacione.
      Antonella

      Elimina
  8. C'è un'atmosfera d'autuno che passa tra le parole di questa bellissima lirica. Adoro Rilke, sin dai tempi del liceo e n'è passata di acqua sotto i ponti, da allora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ambra, anche a me piace molto...in questa lirica mi sembra proprio di sentire il profumo dell'autunno.

      Buona giornata, a presto.
      Antonella

      Elimina
  9. La foto, cara Antonella, mi piace molto, perché in quelle mele c'e tutto ciò un autunno sincero regala.
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maurizio...anche secondo me quelle mele un po' " passate " contengono tutto il senso dell'Autunno.

      Ti auguro una buona giornata.
      Antonella

      Elimina
  10. Profumi e colori d'Autunno in questa splendida poesia di Rilke.

    Salutissimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie per averla apprezzata.
      Buona giornata.
      Antonella

      Elimina
  11. Questa si che è vera poesia!
    Ma sai che mi macava passare qui da te Antonella?
    Ciao e buon fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pino, che bello rivederti! Anche a me, in questo lungo periodo di vacanza, il blog e gli amici del blog sono mancati molto...ma adesso siamo qui con tante nuove cose da condividere.

      Auguro anche a te un sereno fine settimana.
      Antonella

      Elimina
  12. Molto belli questi versi.
    Ti auguro un buongiorno anche a te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cav, Grazie e buona giornata.
      Antonella

      Elimina
  13. Bellissima buon pomeriggio un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, un abbraccio anche a te!
      Antonella

      Elimina
  14. Questo post mi ha riportato ai tempi di scuola. Non era un autore da me amato ma i ricordi di quel periodo sono tanti !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sempre belli e pieni di emozioni i ricordi dei tempi della scuola...

      A presto.
      Antonella

      Elimina
  15. Uno scatto molto suggestivo...bei ricordi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simo!

      Ti auguro un buon fine settimana.
      Antonella

      Elimina
  16. Sì , va bene , foto di accompagnare questa meravigliosa poesia di Rainer Maria Rilke , mi piace!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Leovi, mi fa piacere che ti piaccia...sono le mele del mio paese!

      Buona serata, a presto.
      Antonella

      Elimina
  17. Bellissima lirica..profuma di autunno...mi piace molto Rilke trovo che abbia un modo raffinato di poetare..
    Buon fine settimana, Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania, anch'io trovo la poesia di Rilke molto raffinata, mi è sempre piaciuto.

      Ti auguro un felice fine settimana.
      Antonella

      Elimina
  18. Bellissima la tua immagine dell'autunno! Grazie della visita.
    Antonella

    RispondiElimina
  19. Bei versi e bella foto. Buona domenica!

    RispondiElimina
  20. Grazie Renata, buona domenica anche a te.

    Antonella

    RispondiElimina

Piemontesità

Piemontesità
" ...ma i veri viaggiatori partono per partire, s'allontanano come palloni, al loro destino mai cercano di sfuggire, e, senza sapere perchè, sempre dicono: Andiamo!..." ( C.Boudelaire da " Il viaggio")