martedì 18 giugno 2013

Santa Maria di Vezzolano




Una cosa che mio marito ed io, in compagnia
dei ragazzi pelosi, amiamo fare è girare, un po' senza meta, tra le 
splendide colline delle Langhe o del Monferrato ed è quello che è successo
una delle scorse domeniche.
Girando di collina in collina siamo arrivati ad
Alpugnano che merita la fama di Tetto del Monferrato,
dal punto più alto del paese la vista è immensa sulle colline che
precedono l'azzurro delle Alpi.






A ovest di Albugnano, a Vezzolano,  la bellissima chiesa abbaziale è uno dei principali monumenti
 dell'arte tardoromanica del Piemonte.






Le chiese romaniche evocano immagini di foreste percorse da
cavllieri ebriganti, di villaggi di contadini e di monaci che cantano salmi.
Dopo il mille sorsero  a grappoli sui colli monferrini,
e oggi, quelle sopravvissute alla rovina si nascondono tra boschetti di acacie,
vigne e macchie di melograni.






Un vero gioiello l'abazia di Vezzolano, edificata in stile
romanico - gotico nel 1095 e dedicata a Santa Maria
 Fu sede prepositurale dei canonici agostiniani, se pure le strutture attuali appartengano
 alla tradizione cistercense, con forti influssi d’Oltralpe.
La facciata è romanica, con bicromia di fasce in mattoni e arenaria
 aperta da due portali; ornata di statue e medaglioni di ceramica policroma.






All'interno, archi acuti e volte a costoloni delle due navate
(la terza di destra è inglobata nel chiostro attiguo) sono precocemente gotici.






 Tipica struttura propria della tradizione francese lo jubé,
una galleria trasversale nella navata maggiore, una sorta di tramezzo che divide la navata centrale, impreziosita da un bellissimo bassorilievo coi patriarchi ed episodi della vita di Maria (1189).










Degni di nota: in un tabernacolo dell'altare maggiore,
un quattrocentesco trittico policromo in terracotta a rilievo;
sugli stipiti della finestra centrale dell'abside, Arcangelo Gabriele e Vergine Annunziata,
pregevoli rilievi romanico-lombardi in pietra verde.













Nel chiostro pregevoli affreschi del sec. XIII-XIV, fra i quali la Leggenda di Carlo Magno
con l'episodio che secondo la tradizione portò alla fondazione dell'Abbazia.
 Attigua la Sala capitolare.






La Canonica è affidata in gestione alla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici del Piemonte che ne ha curato il restauro e vi organizza mostre e altre attività culturali.






Nei locali della Sacrestia è aperta in permanenza la mostra

La Luna, la Vergine e l'astronomia medievale






" Vi sono domande nella storia dell'architettura
che possono trovare risposta solo ricorrendo alla teologia.
E vi sono idee teologiche che non si differenziano sostanzialmente
dal calcolo di un architetto, dalle sue visioni.
Forse per questo le Cattedrali erano sia di pietre che di idee
e le uno furono possibili quando anche le altre
nacquero nelle menti. "
( Gian Franco Ravasi )









28 commenti:

  1. Un altro bellissimo reportage cara Antonella, sempre esauriente con le tue magnifiche foto.
    Ti auguro una serena settimana, con un grande abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Betty, sono contenta che anche questo ti sia piaciuto. La settimana è iniziata malissimo, Cassandra è stata molto male, sta sera il veterinario mi ha detto che potevo iniziare a stare tranquilla ma sta mattina sembrava non ce la potesse fare.
      Domani spero di riuscire ascriverti in privato, un grande abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  2. nella sua semplicità un'altro posto meraviglioso...un'abbraccio antonella e buon inizio settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Barbara, è davvero un bellissimo posto.
      Un abbraccio anche te.
      Antonella

      Elimina
  3. Ma che bel giro, ricco di storia e di arte!
    Anche noi Jene amiamo girare per la savana, vedessi che tramonti, che gazzelle, che gnu...
    Un abbraccio zamposo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piacerebbe moltissimo visitare la vostra meravigliosa savana, a quando un bel post?
      Un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  4. Questo posto invita alla contemplazione e come sempre le tue foto riescono a catturarene l'essenza!
    un abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Xavier, è davvero un posto per l'anima, sono contenta se attraverso le foto sono riuscita a comunicarvelo.
      Un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  5. AAA: ragazza carina di none Melinda chiede asilo nella bellissima terra piemontese a una dolcissima blogger di nome Antonella!!!
    Ciao cara, è un post bellissimo e mi è piaciuto molto, bravissima per le foto.
    Un bacio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Melinda, sarei felice di ospitarti nella mia terra!
      Ho visto adesso la tua mail, non so perchè non riesco a spedire mail con il portatile, ti scriverò domani mattina. Ti ringrazio per la tua vicinanza, ero davvero disperata, adesso va un po' meglio.
      Un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  6. Ciao Antonella,
    come sai ho letto il post in treno ed ora mi sono goduta le tue favolose immagini.
    Un abbraccione e stai tranquilla ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Audrey, grazie sono contenta che le foto vi hanno comunicato un po' della bellezza di questo luogo.
      Un grande abbraccio e , sì, oggi sono un po' più tranquilla.
      Antonella

      Elimina
  7. una cosa straordinaria, mai vista così bella
    soprattutto quel soffitto, me la vado a studiare
    perchè non la conoscevo affatto,
    grazie Anto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Massimo, sono davvero tanto contenta di averti fatto conoscere questo nostro gioiellino che non conoscevi...che dire? E' veramente splendida!
      Grazie a te di apprezzare sempre quello che scrivo.
      A presto, buona serata.
      Anto.

      Elimina
  8. Un bel Luogo, foto squisiti e luminoso, bella chiesa romanica ...!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, sì, uno splendido esempio del romanico piemontese inserito in un paesaggio collinare unico al mondo!
      Ciao, buona giornata.
      Antonella

      Elimina
  9. Quanti bei posti abbiamo in Italia! Non si riesce mai a scoprirli tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, è vero l'Italia è splendida e noi dovremmo cominciare a capire che è una grande risorsa che va amata e rispettata.
      Ciao, ti auguro una buona giornata.
      Antonella

      Elimina
  10. Mi stai facendo conoscere il Piemonte...
    Ma guarda te! Una volta a righe bicromatiche come quella della cappella di san Galgano di cui mi accingo a parlare nel mio prossimo post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Lella, sono felice di contribuire a farti conoscere la mia regione così ricca di bellezze artistiche e naturali.

      Conosco la cappella di San Galgano e la sua spada nella roccia...hai ragione la volta ricorda molto quella. Attendo con piacere il tuo post.

      Buona giornata.
      Antonella

      Elimina
  11. Complimenti per gli scatti.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie!
      Ti auguro una buona serata.
      Antonella

      Elimina
  12. ciao bellissime fotografie. Cercavo la tua email ma non sono riuscita a trovarla. Ho letto solo ora che Cassandra è stata male.....spero che sta meglio. Tante coccole a lei e un bau bau da Hay Lin.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie, sono contenta che le fotografie ti siano piaciute.
      Sì, Cassandra è stata malissimo e abbiamo anche temuto il peggio. Oggi sta meglio ma la paura è stata tanta.
      Ti lascio la mail pepeverde.as@libero.it

      Una coccola gigante ad HayLyn e un abbraccio a te.
      Antonella

      Elimina
  13. Splendido reportage, Antonella. E stavo giusto pensando che bisognerebbe vivere almeno due vite per poter fare tutti questi bei viaggi e visitare luoghi così belli!

    Sereni giorni!
    Cinzia

    RispondiElimina
  14. Hai ragione Cinzia e forse non basterebbero nemmeno!
    A me piace tanto questa Italia minore e poco conosciuta e che racchiude tesori inestimabili.
    Sereni giorni anche a te.
    Antonella

    RispondiElimina
  15. Vero che è una meraviglia?
    Qualche anno fa ero andata a sentire un concerto do musica medioevale proprio all'Abazia di Vezzolano.
    Era stato veramente un pomeriggio magico. Sembrava veramente che stessero per arrivare dame e cavalieri!
    Vero che è bello il nostro Piemonte?? E tanti non lo sanno.

    RispondiElimina
  16. E' una vera meraviglia....aver poi seguito, al suo interno, un concerto di musica medioevale...deve essere stato splendido!
    Sì, tanti non lo sanno ma questo Piemonte è veramente bello.
    Ciao, buona serata.
    Antonella

    RispondiElimina

Piemontesità

Piemontesità
" ...ma i veri viaggiatori partono per partire, s'allontanano come palloni, al loro destino mai cercano di sfuggire, e, senza sapere perchè, sempre dicono: Andiamo!..." ( C.Boudelaire da " Il viaggio")