martedì 21 giugno 2016

La danza delle lucciole e un ricordo d'infanzia





Sono tornate a splendere le lucciole ( nel senso di insetti ) in campagna, ma anche in città.
Ho letto che le si vedono di nuovo nei parchi di Roma e di Milano, nelle periferie che, a quella tenue luce sembrano meno desolate.. Si temeva che il loro tempo fosse quasi del tutto scomparso, invece no, il miracolo torna a rinnovarsi. La gente, soprattutto quella che non le aveva mai conosciute, corre a cercarle. E siccome viviamo nell'epoca della spettacolarizzazione, del marketing. dei social, si organizzano eventi, serate, aperitivi persino: tutto per celebrare le lucciole.









A me basta affacciarmi al balcone o sedermi in giardino per vedermele danzare intorno, non ho bisogno di pagare biglietti, nè di aspettare serate organizzate per la " caccia " alle lucciole, loro sono qui tutte le sere e il pensiero corre lontano, agli anni dell'infanzia, il ricordo di tenui luci, quelle emesse dalle lucciole fluttuanti su campi, prati, sentieri persi nel buio. e i grilli che frinivano senza sosta tra l'erba, i profumi di gelsomino e di erba tagliata...Una scena che ha il sapore del tempo perduto, immagine che arriva dritta dal mio mondo infantile quando paese e campagna si confondevano tra strade, giardini, casette sempre più rade e poi di nuovo prati e boschi.









Allora le lucciole annunciavano  e testimoniavano l'arrivo puntuale della stagione più bella.
Allora questo paese era un paese più vivo, le fabbriche lavoravano a pieno ritmo e gli abitanti erano tanti...ricordo che in estate c'era l'abitudine della passeggiata serale, dopo cena si usciva...si impiegavano delle ore a percorrere la via che attraversa il paese perchè ci si fermava a parlare, a chiacchierare a prendere il gelato da 20 Lire dall'Adelina oppure all'Albergo Italia.









Anche noi, con mamma e papà, uscivamo ogni sera per questa sorta di rito sociale che , credo, ci faceva sentire una comunità...In fondo al paese, proprio di fronte all'Albergo, c'era un prato che all'epoca mi sembrava enorme e lì centinaia e centinaia di lucciole ogni sera danzavano la loro danza d'amore, ci fermavamo a guardare il loro chiarore nel buio e poi tornavamo a casa.








Il prato non c'è più al suo posto c'è il bruttissimo palazzetto della Asl
non ci sono nemmeno più gli abitanti che, alla sera, passeggiano per le strade, se ne sono andati tutti verso la città, verso dove, forse, è ancora possibile trovare un lavoro perchè qui non ci sono nemmeno più le fabbriche...e nemmeno più i boschi sembrano quelli di una volta...ma ogni sera mi affaccio dal mio balcone e, come quando ero bambina mi incanto a guardare le romantiche lucciole e mi sembra di sentire la voce della mia mamma che mi racconta della loro eterna danza.





( Immagini dal web )

10 commenti:

  1. che belle, ricordo quando ero piccola, d'estate a passeggio per il quartiere, se ne vedevano tantissime, io abito in campagna ed effettivamente se ne vedono pochissime, così come i grilli.. ma che fine hanno fatto? e le cicale? anche loro sono una rarità, grazie di questo post :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, da noi devo dire se ne vedono ancora e anche i grilli fanno sentire le loro canzoni, devo dire, però, che io abito proprio ai margini del bosco, lontana da qualsiasi tipo di inquinamento sia luminoso che acustico. Le cicale qui non ci sono mai state, ma le ricordo durante il viaggio di nozze in Grecia...
      Grazie a te per aver apprezzato questo post.
      Antonella

      Elimina
  2. Cara Antonella, quante cose sono cambiate, un tempo ricordo che le lucciole si vedevano alla sera e erano centinaia, oggi non capisco il perché sono scomparse!!!
    Ciao e buona giornata con un abbraccio e un sorriso:)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, come dicevo io sono fortunata perchè mi basta affacciarmi al balcone e le vedo...sono sempre uno spettacolo meraviglioso!
      Buona giornata caro Tomaso.
      Antonella

      Elimina
  3. Risposte
    1. Ciao Olga, buona settimana anche a te!
      Antonella

      Elimina
  4. Che belle le lucciole. E' da un po' che non le vedo. Mi affascinavano sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta credo che, purtroppo, abitando in città vedere una lucciola sia veramente un evento. D'altra parte anche qu i da noi io ho occasione di vederne parecchie perchè vivo ai margini del bosco, giù in paese non se ne vedono. Hai ragione, sono sempre affascinanti.
      Antonella

      Elimina

Piemontesità

Piemontesità
" ...ma i veri viaggiatori partono per partire, s'allontanano come palloni, al loro destino mai cercano di sfuggire, e, senza sapere perchè, sempre dicono: Andiamo!..." ( C.Boudelaire da " Il viaggio")