sabato 7 novembre 2015

Estate di San Martino tra leggenda e meteorologia

.



“… ma per le vie del borgo dal ribollir dè tini va l’aspro odor dei vini l’anime a rallegrar”. 
Chi non ha mai imparato o recitato a memoria durante le scuole elementari questi versi delle celebre poesia San Martino del Carducci? E chi non ha mai ascoltato almeno per una volta la leggenda del santo Martino che tagliò il suo mantello di lana e ne diede la metà al povero?









San Martino di Tours nacque intorno al 317 D.C ed è stato uno dei primi santi non martiri della Chiesa Cattolica. Figlio di un tribuno della legione, rivestiva la carica di "circitor" nella Gallia, dove visse l'esperienza che cambiò per sempre la sua vita e lo consegnò alla storia, alla leggenda e alla santità.








La leggenda narra che San Martino, una notte, mentre ispezionava i posti di guardia, incontrò un misterioso mendicante, il quale non avendo che pochi stracci addosso, era preda del freddo intenso. Così, il nobile Martino si dispiacque per quel poveraccio e gli offrì metà del suo caldo mantello militare, tagliandolo con la spada. . Immediatamente il sole si mise a scaldare come in estate.








Martino, militare romano non cristiano, andò a riposarsi e quella notte sognò Gesù che, vestito del suo mantello, raccontava agli angeli del soldato Martino che lo aveva riparato col suo mantello. Se questo sogno lo aveva profondamente impressionato, si può immaginare cosa provò San Martino quando trovò, al risveglio, il suo mantello completamente integro.








San Martino, dopo la mistica esperienza, si convertì, fu battezzato e dopo vent'anni di carriera militare, divenne Vescovo di Tours, dove acclamato dai suoi cittadini, proseguì umilmente fino alla morte la sua opera pastorale. Il suo mantello miracoloso divenne reliquia e fu conservata dai Re Merovingi. Da allora chi conservava il mantello corto, detto appunto "Cappella", venne definito cappellano.








La leggenda di San Martino ha ispirato quella che molti conoscono come l'estate di San Martino, cioè quella diffusa presenza di bel tempo, che nei giorni intorno alla prima decade di Novembre, caratterizza il clima, dovuta, secondo la leggenda, alla volontà di Dio per ricordare il nobile gesto del Santo.








La Festa di San Martino celebrata l'11 Novembre, giorno della sepoltura del Santo, è vissuta in vari modi, in Germania ad esempio dà inizio alle Feste di Natale, per la quale i bambini organizzano una processione con le lanterne e recitano una filastrocca propiziatrice.








 In Italia la Festa di San Martino fa rima con festa del vino, infatti, l'11 Novembre viene "battezzato" il vino novello durante allegri banchetti, accompagnato da carne, castagne arrosto e frutti di stagione.








La festa dei cornuti, è poi, una delle più curiose tradizioni associate alla festa di San Martino. Alcuni studiosi ritengono che questa derivi dal fatto che nel medio evo si svolgevano, in quel periodo dell'anno feste e fiere di animali con le corna. Altri, invece, la associano al potere rappresentato dai copricapo a forma di corna, come le corone o le mitre dei vescovi.








 San Martino è  celebrato come il protettore dei pellegrini, dei viandanti di un tempo, ed in alcuni casi la giornata in cui si festeggia il santo, diventa un giorno di festa per i camionisti, i viandanti di oggi









 La tradizione vuole che, più per una logica legata a ragioni meteo climatiche, che per credenze popolari, il giorno di San Martino è quasi ogni anno una bella giornata di sole che negli ultimi secoli è stata sfruttata dalle famiglie contadine,  per traslocare le aziende a termine della stagione agricola, secondo le regole della mezzadria. Questa usanza si è consolidata, a tal punto che nel lessico dialettale di provincia, il trasloco viene detto “san Martino”.








 l'”Estate di San Martino” è conosciuta praticamente ovunque, e perfino negli Stati Uniti, dove questo periodo di intervallo di bel tempo viene definito “Estate Indiana“.








Ma alla base dell’esistenza dell’estate di san Martino non ci sono soltanto la tradizione e le credenze popolari. Molti meteorologi infatti concordano sul fatto che questo periodo di tempo stabile che solitamente si verifica agli inizi di novembre è quasi sempre esistito.









 L’analisi è stata fatta dagli esperti sulla base delle mappe bariche dell’ultimo trentennio mostrando che in questo periodo sembra avvenire ciclicamente l’espansione dell’anticiclone dalla Spagna verso tutto il Mediterraneo, portando condizioni di alta pressione, di alte temperature e di bel tempo e proteggendo dalle perturbazioni la maggior parte dell’Europa occidentale e centrale.
































Le fotografie sono state scattate in una bellissima giornata di questo splendido Novembre 
al Parco Magni di Borgosesia









post signature

38 commenti:

  1. Tante tradizioni sono legate a questo periodo, intanto ci godiamo le belle giornate.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quest'anno l'autunno ci sta regalando giornate davvero stupende.
      Buona serata.
      Antonella

      Elimina
  2. Bellissimi colori in queste splendide foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, è un autunno stupendo.
      Antonella

      Elimina
  3. Che badass Gesù: praticamente si è ricomparto la conversione di una persona non cristiana con un trucchetto XD
    Molte belle anche le tue foto, Anto... rendono alla perfezione l'atmosfera che c'è in questi giorni...
    Anche qui comunque attendiamo i ragazzini armati di zucca a chiedere dolci dopo aver cantato la filastrocca^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella questa tradizione della zucca e della filastrocca! Godiamoci ancora per un po' questi splendidi paesaggi.
      Un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  4. Foto spettacolari. Bel post e interessante.
    Anche qua quando uno trasloca si dice fa il San Martino.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roberta, sono contenta che ti siano piaciute.
      Un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  5. Stiamo vivendo proprio l'estate di San Marino.

    Bella poesia che ho memorizzato facilmente e che tu illustri perfettam ente.

    Un abbraccio, Antonella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un grande abbraccio anche a te cara Gianna.
      Antonella

      Elimina
  6. Foto bellissime!! E questa è proprio l'estate di san Martino, c'è il sole, fa caldino , che bello !! Buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mirtillo, facile con dei colori così fare delle belle fotografie.
      Un abbraccio e buona serata.
      Antonella

      Elimina
  7. Abbiamo avuto un'idea simile! Anch'io oggi ho approfittato della stupenda e calda giornata di sole per passeggiare in un parco e scattare fotografie ricche di colore!
    Io però ho parlato della storia d'amore tra un re e una popolana.
    Speriamo che questa estate di San Martino duri a lungo. E' bellissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, non sono ancora riuscita a passare da te e leggere questa storia che mi incuriosisce, credo di non averla mai sentita. E' un periodo in cui le cose da fare si moltiplicano e mi rendo conto di esssere poco presente...
      Un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  8. Bellissimo post, le immagini sono stupende, una passeggiata indimenticabile, accompagnata dai raggi del sole!
    Un abbraccio e buona domenica da Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Beatris, un abbraccio e l'augurio di una serena serata.
      Antonella

      Elimina
  9. A parte il fatto che il mio papà si chiama Martino, credo che questo sia tra i periodi più belli dell'anno.
    Abbraccio forte Antonella e grazie per i tuoi, sempre meravigliosi e completo post!
    Abbraccio grande!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pia, anch'io penso che questo sia uno dei momenti più belli dell'anno...quest'anno poi è uno spettacolo!
      Antonella

      Elimina
  10. Sai Antonella il mio maritino é nato il giorno si san Martino ( ho fatto pure la rima).
    Le immagini sono bellissime, come tu sai cogliere il meglio di ogni particolare
    Buona domenica pomeriggio, oggi ancora sole, splendido!
    Un abbraccio,
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniela, sono davvero contenta che questa breve passeggiata autunnale ti sia piaciuta. Anche se con grande ritardo tanti auguri a tuo marito!
      Un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  11. Carissima Antonella ,mi complimento per l'esauriente esposizione e le bellissime foto.Veramente brava
    Buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cettina, amo molto l'autunno e fotografarlo mi da grande soddisfazione.
      Un abbraccio e buona serata.
      Antonella

      Elimina
  12. Sono fotografie stupende. E' il canto del cigno dell'estate che muore. Nulla ne può eguagliare la suggestione.
    Certo che ho imparato a memoria la poesia di Carducci e in parte ancora la ricordo. Mi piaceva moltissimo, proprio perché legata alla leggenda di San Martino, che mi affascinava e che conoscevo soalmeno lo in parte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ambra, sempre bella la poesia del Carducci...l'immagine che mi è rimasta più impressa è quella del " ribollir dei tini..." ma d'altra parte poco distante da qui ci sono le terre dei grandi vini.
      Ti auguro una felice serata, a presto.
      Antonella

      Elimina
  13. Vero Antonella l'Estate di San Martino !
    Direi che però fino ad ora, quest'anno è stato particolarmente caldo non solo il giorno in questione ma per ora Ottobre ed anche tutto il Novembre fino ad ora trascorso - almeno qui dalle mie parti
    Bel post interessante come tuo solito
    Un saluto !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, anche qui novembre continua ad essere caldo...forse in questi ultimi giorni le temperature hanno ceduto qualche grado ma si mangia ancora con le finestre spalancate e con davanti agli occhi lo spettacolo dei boschi vestiti di colori stupendi.
      Un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  14. Il caldo non ci abbandonerà ancora per diversi giorni a venire. Ottima la tua analisi, accompagnata da fotografie suggestive e dallo spirito autunnale.
    Un sorriso per la giornata.
    ^____^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, è una leggenda nota e un po' scontata però è sempre bello ricordarla. Anche qui il caldo non ci ha ancora abbandonati e ormai siamo oltre la metà di novembre...è stato una sorta di bel regalo.
      Ti auguro una felice serata.
      Antonella

      Elimina
  15. La festa dei cornuti non l'avevo mai sentita! Pensa che da noi, in dialetto, fare trasloco si dice proprio "fare San Martino".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, anche qui il termine dialettale per indicare il trasloco è proprio San Martino "...la festa dei cornuti l'ho scoperta anch'io mentre preparavo il post, non l'avevo mai sentita. Buona serata,a presto.
      Antonella

      Elimina
  16. Uno dei post migliori letti la settimana scorsa http://haylin-robbyroby.blogspot.it/2015/11/top-of-post-09-novembre-2015.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roberta, sempre gentile nel giudicare i miei post.
      Grazie davvero, un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  17. Anche quest'anno, con cronometrica precisione , l'estate di San Martino è arrivata.
    Quasi impossibile, invece, trovare ancora qualcuno che si privi di metà del suo mantello dar regalare ad un povero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con te...impossibile trovare qualcuno che si privi di qualche cosa per gli altri...purtroppo!
      Ti auguro una felice serata.
      Antonella

      Elimina
  18. Ciao
    ho letto di Cassandra che deve essere operata, mi spiace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta, sì Cassandra dovrà essere operata. Sono molto preoccupata, si tratta di un piccolo tumore della pelle, solo con l'esame istologico sapremo il grado di aggressività. Il veterinario dice che se è di primo o secondo grado con l'intervento possiamo ritenere la faccenda positivamente risolta, se è di grado più alto dovremo fare altre cure...Credimi siamo distrutti!
      Un grande abbraccio.
      Antonella

      Elimina
    2. un grande abbraccio.
      So cosa si prova quando l'amico a 4 zampe sta male.

      Elimina
  19. Good information. Lucky me I found your blog by chance (stumbleupon).
    I have saved it for later!

    Also visit my web blog :: http://www.celamex.org.mx/

    RispondiElimina

Piemontesità

Piemontesità
" ...ma i veri viaggiatori partono per partire, s'allontanano come palloni, al loro destino mai cercano di sfuggire, e, senza sapere perchè, sempre dicono: Andiamo!..." ( C.Boudelaire da " Il viaggio")