sabato 12 dicembre 2015

Calendario dell'Avvento - dedicato ad Alessandro. Natività, Raffaello







Chi ascolta il pianto del bambino? 
di Salvatore Quasimodo

Guardo il presepe scolpito,
dove sono i pastori appena giunti.
Alla povera stalla di Betlemme.
Anche i re Magi nelle lunghe vesti
salutano il potente Re del mondo.
Pace nella finzione e nel silenzio
delle figure di legno: ecco i vecchi
del villaggio e la stella che risplende,
e l’asinello di colore azzurro.
Pace nel cuore di Cristo in eterno;
ma non v’è pace nel cuore dell’uomo.
Anche con Cristo e sono venti secoli
il fratello si scaglia sul fratello.
Ma c’è ancora chi ascolta il pianto del bambino
che morirà poi in croce tra due ladri?


Questo Calendario dell'Avvento è dedicato al piccolo Alessandro che ci ha lasciati la notte 
del 23 novembre ed è volato in cielo
Domani la finestrella sarà aperta sul blog Attimi di Graziana

26 commenti:

  1. La leggenda narra che i mari e gli oceani sono stati creati dalle lacrime di un uomo.

    Non so se sia leggenda o verità... a ben vedere il livello dei mari e degli oceani è in costante aumento ...

    Voglio però credere vi siano ancora molti che ascoltano il pianto di un bambino, forse non abbastanza, ma molti.

    E sono certo che c'è ancora qualcuno che si sacrificherebbe volentieri sulla croce per far smettere di piangere il bambino.


    Ciao Alessandro

    RispondiElimina
  2. Si Antonella, c'è ancora chi ascolta il pianto di quel bambino morto in croce tra due ladri, anche noi che nell'amore accompagniamo Alessandro in questo suo viaggio.

    RispondiElimina
  3. Cara Antonella, veramente bello questo post rammenta che ce chi si sacrifica per tutti noi, ma oggi non viene ricordato veramente così oggi è una gara agli acquisti.
    Ciao e buon fine settimana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. La pace è al di là da venire. Ora in sentimenti giacciono sotto uno strato di ghiaccio assieme alle lacrime.
    Ale resta accanto a me come un ricordo vivido. I suoi occhi e i suoi sorrisi sono indimenticabili.
    E per non dimenticare mai resto con la mia mano accanto a chi non si dà pace e forse mai se la darà.
    Vi voglio bene
    Ste

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto fermo oggi mi dispiace molto per il ns Ale.

      Elimina
  5. Soltanto io non conosco Alessandro? E' bellissima questa poesia di Quasimodo che non conoscevo.
    Un abbraccio, cara Antonella.
    Paola

    RispondiElimina
  6. ..in questo mondo sopraffatto dalla violenza. ..dalla cattiveria...gli angeli vengono per ricordarci del cristo..dell amore. ..della pace...il viso del piccolo alessandro sereno..sorridente. .dolce...è impresso nella mente di tutti noi...la sua bontà. .il suo coraggio..il suo altruismo..la determinazione sono i messaggi che il nostro angioletto ha portato a tutti...poi è volato via sereno nel cielo..ora per noi lui brillera per sempre..sorridente dolcissimo. Ale vive e vivrà per sempre nei nostri cuori
    Maria

    RispondiElimina
  7. Ti vogliamo bene anche noi Ste..❤️

    RispondiElimina
  8. Ciao piccolo dolce angelo sei sempre nei nostri cuori..tu ci hai insegnato cosa sia il coraggio la determinazione..tu che con la tua dolcezza sei rimasto nel cuore di tutti noi...Ora che sei un angelo luminoso e brilli nel cielo noi preghiamo affinché la tua luce d amore dia conforto alla tua mamma al tuo papà e alla tua bellissima adorata sorellina
    Maria

    RispondiElimina
  9. Ciao piccolo divoratore di pastina con la filadelfia!!!

    RispondiElimina
  10. Chi lo può dire se ancora chi ascolta il pianto di un bimbo, destinato a morire, in croce tra due ladri. In questo mondo di odio e violenza, sembra proprio che nessuno ci faccia più caso.
    La pace è lontana, purtroppo, non possiamo che confidare comunque in un mondo migliore per chi verrà. Un pensiero per il piccolo Alessandro, son cose che non dovrebbero mai succedere ai bimbi.
    Un saluto

    RispondiElimina
  11. ..al piccolino piacevano anche la pizza..le patatine..le ricette deliziose con Filadelfia e zucchine

    RispondiElimina
  12. Una preghiera al piccolo e ai genitori che, non so davvero come e dove troveranno pace, tutta la mia sincera comprensione e calore umano in un abbraccio simbolico, che possa, in qualche modo e per qualche attimo sorreggerli.

    RispondiElimina
  13. Bellissima poesia ... E' un piacere rileggerla. Grazie e Buon Avvento.

    RispondiElimina
  14. Sono così stanco di stare qui
    Soffocato da tutte le mie infantli paure
    E se devi partire
    Desidero che tu possa farlo
    Perchè ancora la tua presenza indugia qui
    E non vuole lasciarmi solo

    Sembra che queste ferite non possano guarire
    Che questo dolore sia troppo reale
    Ce n'è così tanto che nemmeno il tempo potrà cancellarlo

    Quando piangesti,io asciugai le tue lacrime
    Quando gridasti io scacciai tutte le tue paure
    E ti ho tenuto la mano per tutti questi anni
    Ma tu hai ancora tutto di me
    Mi manchi ragazzo mio... Tanto.. Troppo.. Ti am❤️

    RispondiElimina
  15. Il giorno del matrimonio di mamma e papà eri bello ed elegante. Io ti guardavo da dietro e mi piaceva quella bretella caduta e quei capelli in su...Ti rendevano simpaticissimo...anche perché sapevamo che dentro quell' abito da ometto c'era il nostro piccolo Ale che da un momento all'altro avrebbe chiesto il puppo!!! E sapevamo anche che in quell'occasione era impossibile accontentarti!!! Fortunatamente tu hai saputo resistere e anche in quell' occasione sei stato stupendo!!! Ciao Ale!!!

    RispondiElimina
  16. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  17. La pace è al di là da venire. Ora in sentimenti giacciono sotto uno strato di ghiaccio assieme alle lacrime.
    Ale resta accanto a me come un ricordo vivido. I suoi occhi e i suoi sorrisi sono indimenticabili.
    E per non dimenticare mai resto con la mia mano accanto a chi non si dà pace e forse mai se la darà.
    Vi voglio bene
    Ste

    RispondiElimina
  18. Un pensiero anche da qui,Antonella,per Alessandro che vorrei immaginare accanto a quel piccolo Bambino,che ci aspetta alla fine di questo cammino dell'Avvento.

    RispondiElimina
  19. Notte super Ale incontriamoci in un bellissimo sogno ti voglio bene

    RispondiElimina
  20. Il tempo passa ma tu non passi mai❤
    Tuo cugino Andrea & Zia Laura

    RispondiElimina
  21. Buona notte, buona notte fiorellino...suona una canzone...buona notte piccolino...la mia pia preghiera di questa sera piccolino..illumina la notte di tutti i tuoi cari...basta una piccola fiamma...che il calore possa scaldare l'anima...il freddo è tanto. Enza

    RispondiElimina
  22. Io non conoscevo Alessandro, non so niente di lui ma doveva essere un bimbo veramente speciale. Lo racconta tutto l'amore che c'è nei vostri commenti a questo piccolo, inadeguato, post. Quel bambino speciale ora è un Angelo e sarà per sempre accanto ai suoi genitori e a tutti voi che avete avuto il grande privilegio di conoscerlo e di percorrere un pezzetto di strada con lui.
    Perdonatemi, non ho altre parole se non tanta commozione.Un abbraccio a tutti.
    Antonella

    RispondiElimina
  23. un gran bel pensiero per questo piccolo omoetto

    RispondiElimina
  24. È per te ogni cosa che c'è......mi manchi troppppissssimo Ale

    RispondiElimina

Piemontesità

Piemontesità
" ...ma i veri viaggiatori partono per partire, s'allontanano come palloni, al loro destino mai cercano di sfuggire, e, senza sapere perchè, sempre dicono: Andiamo!..." ( C.Boudelaire da " Il viaggio")