venerdì 14 dicembre 2012

I miei balocchi /2

Ed eccoci al secondo appuntamento con i miei balocchi
Questa volta vi presento quelli che io ho chiamato
" Balocchi Barocchi"
Li ho realizzati lavorando la foglia oro con il catrame
ed ho inserito pizzi antichi che avevo in casa
Li ho poi rifiniti con nastri in velluto e piccole pigne.











Questi invece li ho chiamati " Anticati" e sono in assoluto
i miei preferiti.
Qui ho usato una tecnica di mia creazione con lunghissimi e rigorosissimi 
tempi di posa (provando e riprovando per ottenere l'effetto
desiderato) . Sono partita dalla foglia oro, quindi ho usato due vernici diverse, 
e i disegni come per il decupage classico, il catrame e la gomma arabica.
Le rifiniture sono realizzate con passamanerie, pizzi, nastri ,
cordoncini, fiori secchi, piccole pigne, ghiande ecc





































Spero che vi siano piaciuti e di non avervi troppo annoiati.
Se vi fa piacere il prossimo appuntamento sarà
dopo Natale perchè le feste continuano e sulla tavola
del cenone ci vogliono degli eleganti
segnaposto.
Vi aspetto!!!






















20 commenti:

  1. Sono oggetti davvero unici. Uno stile ridondante, "barocco" come dici tu dagli effetti straordinari.
    Molto belli, complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ambra, devo dire che io vado orgogliosa di queste mie creazioni, ma soprattutto per me è tanto rilassante creare questi oggetti.
      Ciao, buon fine settimana.
      Antonella

      Elimina
  2. Eh sì hai proprio ragione Antonella ... i tuoi Anticati preferiti farebbero invidia alla più grande gioielleria di sempre: sono gioielli FAVOLOSI!
    Complimenti, sei insuperabile!!! Se tanto mi dà tanto, ci farai strabiliare con i "segnaposto"!
    Un abbraccio, Serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Serena, sei gentilissima. Agli "anticati" sono affezionatissima, li amo particolarmente perchè prima della loro realizzazione ci sono lunghe passeggiate nei boschi per la raccolta dei materiali, poi l'essicazione, la preparazione dell'insieme...
      Spero, dopo tutti questi complimenti, di non deludervi con i miei segnaposto.
      Ciao, a presto.
      Antonella

      Elimina
  3. Hai pensato di darli ai negozi per arredare le vetrine?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che mi piacerebbe, ma abito in un centro veramente piccolo e non ho mai trovato il coraggio di allargarmi un po'. Anche mio marito continua a spronarmi in questo senso ma io ho un po' di resistenze, anche perchè amo le mie creature.
      Ciao, a presto.
      Antonella

      Elimina
    2. Dai retta a tuo marito
      che se ha scelto te è uno che ha fiuto!
      Buona notte

      Elimina
  4. Mi dovrai spiegare come fai, perchè sei bravissima.
    Perchè non provi a venderli?
    Un saluto, Mel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Melinda dico sempre che dovrei venderli, poi non ne faccio mai niente. Magari per il prossimo anno mi organizzo, mi piacerebbe una sorta di negozietto on line.
      Ciao, un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  5. sei bravissima.. ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, quando le mie creazioni ricevono dei complimenti sono felicissima.
      Buona serata.
      Antonella

      Elimina
  6. Antonella, ma che belli...sei stata bravissima!!!! anche mia madre ti fa i suoi complimenti ;)
    bravissima!!!!
    Un abbraccio e buona serata <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Audrey, grazie e ringrazia anche la tua mamma...che dire, inutile negare, nel mio piccolo sono orgogliosa delle cose che faccio. Ciao cara amica,
      un bacione.
      Antonella

      Elimina
  7. Questi sono semplicemente meravigliosi. Hai sempre fatto cose così belle? Ti stavo per suggerire di sfruttarli in qualche modo, ma poi ho letto gli altri commenti e capisco che ti sarebbe troppo difficile staccartene. Puoi soltanto imprestarli per qualche vetrina o addobbo. Mi sai dire perchè al tuo paese li chiamate "balocchi"? Ho fatto una lunga discussione con la cugina di mio marito e le dicevo che aveva capito male. Poi ho letto te. Siete proprio speciali. Ciao.
    Paola

    RispondiElimina
  8. Ciao Paola, parto dal fondo e...scendo dalle stelle, io credevo si chiamassero balocchi in tutta l'Italia, adesso ho telefonato a mia sorella e mi ha detto che anche a lei tutti fanno la stessa domanda. Ma tu come li chiami? Riguardo a questi " balocchi" è diversi anni che mi diletto con questa arte, ma adesso devo prendere una decisione o commercializzarli magari con un negozietto on line o smettere perchè ormai ne ho troppi e altrettanti ne ho regalati. Sono contenta che tu li abbia apprezzati.
    Ciao, buona serata.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il termine balocchi sul dizionario indica molte cose, ma non le decorazioni dell'albero di Natale. Io l'ho sentito solo da te e dalla cugina del Giorgio che è di C. Io le chiamo palline dell'albero. A mio parere "balocchi" può derivare da una deformazione dialettale da "baloit" a "baloic", ma è solo una mia idea.
      I tuoi sono di una bellezza inestimabile e, se non ti dispiace staccartene, li puoi vendere e farai sicuramente affari.
      Ciao carissima. Un abbraccio.
      Paola

      Elimina
  9. Un lavoro stupendo, che da agli oggetti che hai creato un valore aggiunto!
    complimenti, a presto!

    RispondiElimina
  10. Ciao Enrico, benvenuto. Grazie i tuoi complimenti mi fanno davvero piacere, quando creo qualche cosa il fatto che anche gli altri lo apprezzino mi dona felicità.
    Ciao, a presto.
    Antonella

    RispondiElimina
  11. Ciao Antonella, ma che braca che sei!!!
    Quanto mi piacciono i tuoi " balocchi "
    specialmente quelli con le pignette e le
    ghiande, oggetti poveri ma che fanno ricco
    un lavoro, bravissima!!
    Love Susy x

    RispondiElimina
  12. Grazie Susy, detto da te che vivi in mezzo ad oggetti splendidi è proprio un grande complimento.
    Buon fine settimana.
    Antonella

    RispondiElimina

Piemontesità

Piemontesità
" ...ma i veri viaggiatori partono per partire, s'allontanano come palloni, al loro destino mai cercano di sfuggire, e, senza sapere perchè, sempre dicono: Andiamo!..." ( C.Boudelaire da " Il viaggio")